mercoledì 15 luglio 2015

Irlanda mistica: tra siti preistorici e rovine di antichi monasteri....

Sono tanti i motivi che spingono chi viaggia a scegliere l'Irlanda come meta. Personalmente sono affascinata soprattutto dagli scorci paesaggistici che offre. Devo dire, tuttavia, che anche il suo carattere - per così dire - mistico da sempre mi attrae: l'intera isola è infatti costellata di siti archeologici che un tempo avevano una funzione rituale, nonché di rovine di antichi complessi monastici.

Con questo post vi accompagnerò in alcuni dei luoghi più suggestivi del Paese...

  • Hill of Tara
La collina di Tara si trova nella contea di Meath, circa 50 km a nord di Dublino. Ha una grande importanza storica: gli alti re d'Irlanda, superiori ai sovrani il cui potere si limitava a singole regioni, l'hanno infatti eletta come loro centro di potere. Abitata già due mila anni prima di Cristo, porta con se anche miti e leggende, che vedono come protagonisti guerrieri e divinità pagane. Da non perdere la pietra del destino, che rappresenta l'unione degli dei del cielo e della terra e si dice gridasse di gioia durante le cerimonie di incoronazione.

Irlanda - Hill of Tara: Stone of Destiny

  • Kells
Anche Kells si trova nella contea di Meath, ad una cinquantina di chilometri da Dublino. La località è nota per aver custodito per secoli il cosiddetto Book of Kells, versione dei Vangeli realizzata intorno all'800 d.C. dai monaci della locale abbazia, la cui peculiarità sta nel fatto che rappresenta il primo esempio di manoscritto con illustrazioni a colori; attualmente l'opera è in esposizione presso la biblioteca del Trinity College, a Dublino. Vale comunque la pena di raggiungere Kells per ammirare le magnifiche e alte croci del IX secolo, sulle quali sono incisi episodi narrati nelle Sacre Scritture, e l'oratorio noto come Casa di San Colombano, il santo che nel 559 d.C ha fondato il complesso monastico.

Irlanda - Kells

  • Monasterboice
Monasterboice, sempre ad una cinquantina di chilometri dalla capitale, sorge invece nella contea di Louth. E' uno dei complessi monastici più straordinari d'Irlanda, per la sua concentrazione di monumenti di epoca paleocristiana: la torre cilindrica, le tre alte croci del X secolo e ciò che rimane di due antiche chiese. E' stato fondato alla fine del V secolo da un discepolo di San Patrizio, di nome Boyce, e acquisì subito una grande influenza come centro culturale; sopravvisse alle invasioni vichinghe, ma nel XII secolo cadde in declino.

Irlanda - Monasterboice

  • Monumenti preistorici intorno a Sligo
Nella contea di Sligo i siti archeologici di epoca preistorica sono particolarmente numerosi. Si tratta di monumenti funerari, ovvero di tumuli, dolmen... Vi segnalo, in particolare, le tombe reali di Creevykeel, Deerpark e quella della Regina Medb, oltre al cimitero megalitico di Carrowmore, che è il più esteso del Paese, e al cimitero neolitico di Carrowkeel.

Irlanda - Contea di Sligo: Creevykeel

  • Nel Burren
Il Burren si trova nella parte settentrionale della Contea di Clare. E' una regione rocciosa, brulla, il cui colore predominante è il grigio. In questo scenario si trovano altri interessanti monumenti funerari di epoca preistorica, come il Poulnabrone Dolmen, e antiche chiese, tra le quali quella di Kilfenora.

Irlanda - Burren: Poulnabrone Dolmen

  • Siti paleocristiani della Pensiola di Dingle
La Penisola di Dingle vanta la più alta concentrazione di siti paleocristiani in Irlanda. Tra questi meritano indubbiamente una sosta il Gallarus Oratory e la chiesa di Kilmalkedar.

Irlanda - Penisola di Dingle: Gallarus Oratory

  • Rock of Cashel

La Rock of Cashel si erge nella Contea di Tipperary, su una collina, protetta da imponenti mura che racchiudono una torre rotonda, un'abbazia alla quale sono annessi i resti del castello un tempo residenza dell'arcivescovo, ed una cappella romanica. Le basi del complesso sarebbero state gettate intorno al IV secolo da un clan proveniente dal Galles che conquistò buona parte della regione e che entrò in competizione con gli alti re d'Irlanda di stanza a Tara. Nel V secolo San Patrizio riusci a cristianizzare l'area e un secolo più tardi la rocca fu donata alla chiesa; ecco dunque la costruzione degli edifici sacri di cui oggi sono ancora visibili le rovine.

Irlanda - Rock of Cashel

  • Glendalough

A soli 50 km da Dublino, Glendalough, nella contea di Wicklow, nasconde tra le montagne, sulle sponde di due laghi, le rovine del complesso monastico fondato nel VI secolo da San Kevin, che lì si era ritirato per vivere in solitudine, ma che è poi divenuto abate della comunità di cui è considerato il fondatore. Gli edifici oggi visitabili risalgono al X, XI e XII secolo; l'unica eccezione potrebbe essere rappresentata da un piccolo oratorio, che risalirebbe al periodo in cui è vissuto San Kevin.

Irlanda - Glendalough

Volete scoprire questo lato dell'Irlanda? Se avete a disposizione abbastanza tempo e viaggiate in macchina, magari seguendo un'itinerario che vi porti lungo tutto il perimetro costiero (leggete anche Irlanda e Irlanda del Nord: Itinerario di due settimane...), questo lato del Paese così affascinante, per voi non sarà più un mistero. Sappiate comunque che se anche avete in programma solo qualche giorno nella capitale, non avrete alcuna difficoltà a raggiungere alcuni dei siti di cui vi ho parlato.

Concludendo, ci tengo a dirvi che al di là del valore storico e archeologico dei singoli luoghi, non potrete non apprezzare il contesto naturale in cui vi verrete a trovare... ;-)


Nessun commento:


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...