mercoledì 17 giugno 2015

Bergen: la bella di Norvegia...

Bergen è... la bella di Norvegia!

Ve la presento, mostrandovela da una prospettiva un po' inusuale: dall'alto del monte Fløyfjell, che la sovrasta. 

Norvegia - Bergen

La cittadina, come molte realtà del Paese, è in perfetto equilibrio con l'ambiente in cui si sviluppa: non solo quello delle colline, ma anche quello del Byfjord.

Effettivamente il mare, oggi come una volta, riveste un ruolo centrale nella vita di Bergen. 

Il Bryggen, sulla riva est del porto, con le sue casette di legno, dal tipico tetto a spiovente e dai colori vivaci, rievocano i tempi in cui erano dimora di ricchi mercanti intenti a curare i loro traffici; tra il XIV ed il XV secolo, infatti, la cittadina è divenuta un'importante base commerciale della Lega anseatica.

Sebbene oggi ospitino per lo più negozi di souvenir, gli edifici sono rimasti quelli di un tempo, anche all'interno; oltre che passeggiare tra le strette viuzze che si snodano in quello che si presenta come un piccolo (piccolissimo!) quartiere, vale dunque la pena dare un'occhiata oltre le vetrine...

Norvegia - Il Bryggen di Bergen

Il legame con il mare emerge anche al mercato del pesce. Tutti i giorni decine di bancarelle, colme di quanto il pescoso Mare di Norvegia ha da offrire, punteggiano il Torget, la piazza centrale. Lì, tranci di salmone, hamburger di merluzzo, aragoste e ricchi (e piuttosto costosi) piatti di frutti di mare fanno bella mostra di sé attirando residenti e turisti.

Bergen è spesso definita come la più bella città della Norvegia e devo dire che sono assolutamente d'accordo con chi è di questo parere. 

Vi siete mai chiesti da cosa derivi il suo fascino?

Il Bryggen, indubbiamente, le dona il suo pittoresco aspetto nordico. La Bergenhus Festning - fortezza costruita tra l'XI e il XII secolo che rappresenta un pregevole esempio di gotico scandinavo - unitamente alle due chiese romaniche, certamente, arricchisce il paesaggio urbano, eppure sono convinta che il motivo di tanto fascino non risieda nelle architetture...

Sono dell'idea che sia legato al rapporto armonico che intrattiene con il mondo che la circonda e che la rende una città a misura d'uomo. 

Ciò che mi ha davvero colpita è che non c'è una netta separazione tra città e zone - come dire - verdi ovvero che la natura riesca davvero a trovare un suo spazio.

Il monte Fløyfjell esemplifica perfettamente ciò che intendo. Una volta in cima, sui sentieri che si snodano tra boschi e laghi, si ha l'impressione di essere lontanissimi dalla città, sebbene il centro di Bergen disti pochi minuti di funicolare.

Lo stesso vale per il Byfjord. Basta allontanarsi pochi minuti dal porto cittadino per trovarsi in un braccio d'acqua costellato di scogli e isolotti.

Chissà... Forse bastava dire che Bergen è profondamente scandinava...




Nessun commento:


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...