lunedì 16 giugno 2014

Berlino: tra memoria e modernità

Berlino è una città dinamica, proiettata verso il futuro ed in continua trasformazione, ma che al contempo mantiene vivo il suo passato. Quale importante capitale europea, al pari di Londra e Parigi, si presta a molteplici itinerari di visita. Io mi sono concentrata in modo particolare sui luoghi della memoria; in questo post mi soffermerò quindi soprattutto su questi ultimi.

L'itinerario

La Porta di Brandeburgo è il simbolo della città. Oggi vi si percepisce un'atmosfera estremamente rilassata, tipica dei maggiori luoghi di ritrovo per turisti, di gruppi in viaggio organizzato che scattano centinaia di foto pur di immortalarla in tutta la sua maestosità. Non c'è più traccia invece della tensione che, nello stesso luogo, si doveva respirare ai tempi della DDR e della cortina di ferro.



Per approfondire la storia della Germania Orientale, dalla sua costituzione sino agli eventi che ne decretarono il crollo, potete visitare i musei e le esposizioni che la città le ha dedicato; tra queste vi segnalo la Topographie des Terror ed il Museo del Muro.

Non dimenticate, inoltre, il Check Point Charlie che, al di la del fatto che oggi è una sorta di messa in scena per turisti, un tempo rappresentava un vero e proprio varco di frontiera, quello tra Berlino Est e Berlino Ovest.



Non perdetevi infine la East Side Gallery, un tratto del Muro che non è stato abbattuto e che è diventato una sorta di galleria d'arte all'aperto, con murales che rievocano tematiche come la libertà, la pace e la riconciliazione tra i popoli.


Se poi siete alla ricerca di residuati del razionalismo sovietico all'interno del tessuto urbano della nuova Berlino, non potete mancare una visita alla Torre della Televisione, all'epoca della DDR emblema di Berlino Est, e ad Alexanderplatz con la sua Weltzeituhr. Su Alexanderstrasse avrete addirittura l'impressione di essere nella periferia di qualche città dell'Est: tipici casermoni tutti uguali, forse un po' più colorati rispetto al passato, si ergono imponenti uno dopo l'altro. 


Fate dunque un ulteriore passo indietro nel tempo, raggiungendo il Monumento alle vittime della Shoah, costituito da 2711 blocchi di cemento, che nella loro disposizione, così come nella loro forma, simboleggiano delle sepolture. A Berlino troverete molti luoghi che, come questo, vi faranno riflettere sull'avvento del regime nazista, sulle sue 'politiche' ed in particolare sulle persecuzioni che ha messo in atto.

Annesso al monumento alle vittime della Shoah, ad esempio, si trova un centro informazioni, che testimonia la portata del genocidio escogitato da Hitler e dai suoi gerarchi. Potete inoltre visitare l'immenso Museo ebraico, nonché il Museo sulla resistenza al nazismo, dove viene dato ampio risalto alla Rosa Bianca e all'Operazione Valchiria, a cui si ispirano due omonimi film, che vi consiglio di vedere se vi interessa l'argomento.



Vi suggerisco poi di spingervi fino alla Kaiser-Wilhelm-Gedӓchniskirche, chiesa che ricorda le ferite che la guerra ha inflitto a Berlino: quasi completamente distrutta nel '45, è stata 'ristrutturata' ed oggi al suo interno ospita fotografie scattate prima e dopo i bombardamenti che ha subito.

Come accennato, Berlino è anche una città moderna: non solo nella sua anima, ma anche nella sua architettura. Se volete scoprire questo volto della capitale tedesca, l'avveniristica Potsdamerplatz e, soprattutto, la cupola che sormonta il Parlamento sono ciò che state cercando. A proposito di quest'ultima, prima di partire, prenotate il vostro ingresso sul sito internet (www.bundestag.de): spesso le liste d'attesa sono lunghe e rischiate di non potervi accedere! La sera è, probabilmente, il momento migliore per la visita...


Se, dopo tante attività di carattere culturale, siete stanchi e avete semplicemente voglia di fare qualcosa di poco impegnativo, nell'area verde più estesa della capitale, il Tiergarten, potrete vagare senza meta o semplicemente rilassarvi su una panchina.

Mi sono limitata a scrivere, piuttosto sinteticamente, dei luoghi che ricordano la drammatica storia della città (che hanno coinvolto l'intera Germania...) e di quelli che, a mio avviso, meglio esprimono l'essenza di Berlino, quale metropoli 'giovane' ed in continua evoluzione. A voi scoprire il resto...

Ah, dimenticavo il link a quella che per me è una bellissima canzone di Udo Lindenberg, che riesce ad esprimere cosa possa aver significato il muro nella vita quotidiana dei berlinesi ed in particolare di una giovane coppia divisa tra Est ed Ovest: Wir wollen doch einfach nur zusammen sein.

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Qualche informazione pratica:

- Come arrivare ?

Berlino è raggiungibile in treno da diverse città europee; io, ad esempio, sono arrivata con un notturno da Parigi. Partendo dall'Italia, chiaramente, è meglio optare per l'aereo, considerate le distanze e la mancanza di collegamenti ferroviari diretti.

- Come spostarsi una volta arrivati ?

Per visitare la città vi consiglio di usufruire delle due reti metropolitane - la U-Bahn e la S-Bahn - che collegano in modo capillare tutti i luoghi di interesse; le linee vi permetteranno di raggiungere anche Potsdam, che si trova al di fuori dei confini cittadini. 
Quello che vi suggerisco è di acquistare dei biglietti giornaliero di tariffa AB, che vi permetteranno di muovervi in centro, agevolmente e con un sicuro risparmio: considerate che un biglietto singolo costa 2,60 Euro e che quasi sicuramente ne acquisterete almeno due, uno per lasciare la vostra sistemazione ed uno per tornarvi in serata; il prezzo del biglietto giornaliero è, invece, di 6,70 Euro. Riassumendo, se ciascun giorno avete in programma più di due spostamenti in metropolitana, non vi conviene acquistare i biglietti singoli...
Se intendete recarvi a Potsdam, acquistate invece un biglietto giornaliero di tariffa ABC, al costo di 7,20 Euro; un biglietto di sola andata per raggiungere la località, costa 3,20 Euro, quindi, anche in questo caso, se avete intenzione di utilizzare la metropolitana per più di due spostamenti, acquistate un biglietto giornaliero. 

- Dove dormire ?

Berlino offre svariate possibilità di alloggio. Una soluzione che mi sento di consigliarvi, per il suo rapporto qualità-prezzo (nel aprile 2012 una camera doppia costava 48 Euro a notte), è rappresentata dal ''Three Little Pigs Hostel'', che offre sia camere private che dormitori, oltre ad una grande area comune, con tanto di bar, cucina e postazioni internet. Da non sottovalutare, la sua prossimità alla porta di Brandeburgo, raggiungibile in metropolitana in pochi minuti.


Nessun commento:


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...